header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Giu 24, 2009 in Dermatologia | 0 comments

Stress e capelli bianchi

stress-capelli

Un forte ambientale, caratterizzato ad esempio da una massiccia presenza di sostanze tossiche nell’aria o da un’elevata esposizione del corpo ai raggi ultravioletti, sarebbe in grado di danneggiare irreversibilmente le cellule staminali melanocitiche presenti all’interno dei follicoli piliferi, condannando i capelli a diventare grigi in maniera irreversibile. È questa la conclusione di uno studio apparso sulla rivista Cell.

Il colore dei nostri capelli è dovuto a un pigmento, la , prodotto da particolari cellule presenti all’interno dei follicoli e dette . Al termine del suo ciclo di vita cellulare, ogni melanocita viene rimpiazzato dalle cellule staminali presenti all’interno del follicolo che si differenziano in cellule mature in seguito alla sua morte.

Questo processo, tuttavia, secondo la dottoressa Emi Nishimura della Tokyo Medical and Dental University, sembra essere interrotto dalla presenza di stress ambientali che danneggerebbero irrimediabilmente le sequenza di delle cellule staminali, impedendo loro di crescere e differenziarsi in melanociti maturi.

Nel loro esperimento condotto su modelli animali, Emi Nishimura e i suoi colleghi hanno sottoposto un campione di topi a una serie di stress ambientali consistenti in raggi X e chemioterapici, e hanno verificato che il loro manto tendeva a passare da nero a grigio proprio a causa della serie di mutazione genetiche indotte sulle loro cellule staminali melanocitiche presenti nei follicoli. Il fatto che uno stress ambientale possa causare un cambiamento di pigmentazione così repentino sul loro manto peloso potrebbe rivoluzionare, secondo la Nishimura, l’attuale concezione in base alla quale i capelli grigi negli uomini siano da ricondurre a sole ragioni di natura genetica.

Stress e capelli bianchi ultima modifica: 2009-06-24T07:31:25+00:00 da chepelle

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.