header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Ott 7, 2008 in Biotecnologie, Dermatologia, Ricerca | 4 comments

Scoviamo le malattie dalle cellule cutanee

MetabolismoCapire studiando le cellule della perché viene l’acne o la dermatite seborroica, quale la terapia personalizzata. Cogliere, in futuro, un’alterazione metabolica molto prima della comparsa di sintomi. Diagnosticare anche altre malattie come diabete e tumori.
Pelle come specchio della salute e come organo spia dei metaboliti, i prodotti cioè del delle cellule e delle reazioni enzimatiche. È il fronte su cui sono impegnati i ricercatori del Centro Integrato di Ricerca sulla Metabolomica (CIRM) all’IRCCS Regina Elena – Istituto Dermatologico San Gallicano, appena inaugurato a .
“Un’alterazione metabolica potrà essere osservata con grande precocità grazie a innovative indagini biochimiche, non invasive, in vivo, tecnologicamente avanzate, che possono dirci come funziona il patrimonio genico, proteico e metabolico delle cellule cutanee”, spiega Mauro Picardo, direttore del CIRM e responsabile del laboratorio di fisiopatologia cutanea ISG, Istituto San Gallicano.
La metabolomica studia lo stato metabolico dell’individuo e obiettivi del CIRM sono quelli di ampliare le conoscenze del metabolismo cutaneo e definire i parametri da utilizzare come indicatori della presenza di malattia sistemica o di miglioramento dopo trattamento.
Si potranno così osservare le alterazioni metaboliche provocate da stimoli esterni e non e dove sono localizzate ed individuare markers di patologie, indicatori di gravità e di possibili nuove molecole da sviluppare per nuovi farmaci.

Scoviamo le malattie dalle cellule cutanee ultima modifica: 2008-10-07T17:32:37+00:00 da chepelle

4 Comments

  1. Mi spiace per la tua situazione. Non ho capito bene le terapie che hai attuato… se mi descrivi meglio lo stato e la terapia potrei informarmi…

  2. grazie carlo. almeno sei l’unico che capisce qualcosa. i medici quasi niente. mi hanno tagliato un paio di volte. poi è recidiva. sono stanco di fare interventi. ora si sono invantato una cosa stra. una cura con degli estratti di un pianta. il problema che quasi funziona,perchè un pezzo piccolo rimane.non mi ricordo il termine medico,ma vorrei che si limassero. dicono con anche il laser C2.

  3. Ti capisco benissimo. Io studio in un reparto di dermatologia e di casi simili ai tuoi ne ho visti diversi!
    Hai ragione… è una malattia che crea diverse difficoltà, ma proprio perchè ora l’unica cura è quella chirurgica, che dobbiamo sperare nella ricerca e nella sperimentazione.

  4. scoviamo malattie cutanee………. mah ci credo poco. io sono affetto da NEUROFIBROMAOSI TIPO1.tutti volgliono studuare la nostra malattia.ma cure non esistono. è una malattia degenerante e devastante.l’inica cura possiamo dire è solo intervento chirurgico.non esiste niente.se è un fattore estetico può anche andare,ma se cresce dentro il corpo son dolori.ciao e scusate lo sfogo.

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.