header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Mag 20, 2016 in Dermatologia | 0 comments

Reshape: ridefinire le forme senza chirurgia

reshape

E se non fosse una questione di peso ma solo di forme e linee? Se all’improvviso la raccomandazione fosse: scendete dalla bilancia e osservatevi allo specchio? Non pensate a una dieta perdi-chili ma a un’operazione “”? Ovvero, ridefinire le forme del corpo e ridisegnarne le linee, con una strategia di attacco su più fronti. Perché una cosa è certa, si nasce pera, mela, grissino, clessidra… e difficilmente si riesce a passare da una forma all’altra.
OGNUNO HA LA FORMA CHE SI MERITA
Ciascuno “è dotato” di una determinata conformazione fisica, “shape” direbbero gli inglesi, frutto della genetica: c’è chi tende ad accumulare grasso sulla pancia (ecco la mela), chi mostra e “forti” (la pera o tipologia mediterranea, come si suol dire) e chi invece nasce skinny, filiforme come un grissino e quasi senza forme. Questa considerazione non è banale, poiché la forma del nostro corpo influenza il nostro stile di vita. Fateci caso, se è la pancia il punto debole, si tende a seguire una certa routine fit and beauty e una dieta diversa rispetto a chi, invece, si sente a disagio con un lato B prominente e gambe non filiformi. I Laboratori Vichy, ad esempio, hanno scoperto che alcune zone del corpo (fianchi, cosce, ) possono rimanere inalterate nella loro forma anche in periodi di restrizione calorica mentre, per cercare di riguadagnare una silhouette sottile, si ha la tendenza a seguire regimi dietetici a catena, i quali, pur facendoci perdere qualche chilo, hanno il grosso difetto di instaurare l’effetto yoyo, dannoso sia per il morale che per la pelle, perché favorisce il rilassamento cutaneo e la perdita di tonicità.
La questione è stata ovviamente affrontata anche dal punto di vista scientifico, in particolare da un gruppo di scienziati del consorzio Genetic Investigations of Anthropometric Traits che, qualche anno fa, ha stabilito in base a uno studio, che la distribuzione del grasso corporeo dipende da ben 13 tipi di geni, particolarmente attivi nel corpo femminile. È invece notizia di qualche giorno fa il fatto che, secondo l’ultimo report dell’American Society of Plastic Surgeons, l’intervento di rimodellamento dell’addome è al quinto posto tra quelli più richiesti negli Stati Uniti e in Europa, in crescita rispetto all’anno precedente del 9 per cento. Mentre, in vista della “prova bikini”, uno studio di In a Bottle (www.inabottle.it) condotto su circa 1.300 italiani tra i 20 e i 55 anni, ha stabilito che Il 34 per cento di loro si vede in sovrappeso e appena il 12 per cento dichiara si sentirsi pronto a scoprirsi. “Bikini blues” lo ha definito la dott.ssa Marika Tiggemann, psicologa presso la Flinders University, tramite uno studio su 102 giovani donne, stabilendo che esiste un meccanismo psicologico che le spinge a vivere con ansia e frustrazione il momento dello scoprirsi e addirittura della scelta del costume da bagno. In pratica il cervello si “sdoppia” separando la mente razionale dal corpo, dal quale prendono letteralmente le distanze per valutarlo come un oggetto distinto da se, quindi bersaglio di critiche ingenerose e spesso molto negative. Si chiama processo di auto-oggettivazione e ha una varietà di conseguenze negative come l’essere sempre preoccupati di come ci si vede e il vergognarsi del proprio corpo.
TRAINING COSMETICO
Fondamentale, dunque, il training cosmetico. Creme non solo snellenti e anticellulite per combattere adipociti e accumuli localizzati di grasso, ma anche soin in grado di ricompattare la pelle e rimodellare le forme. Molte case cosmetiche, da qualche anno, hanno messo a punto attivi in grado di esercitare un’azione ricompattante, tensiva, elasticizzante e di vero e proprio sculpting che quasi tende a imitare quella dell’attività fisica. Quindi prodotti polifunzionali per più parti del corpo che lavorano laddove il training non arriva: spesso infatti con il fitness si bruciano grassi ma non sempre in parti localizzate del corpo e a volte a risentirne è proprio il muscolo. Ecco venire in aiuto i cosmetici con azione di lipolisi localizzata o di rassodamento e rimodellamento. Benché sia meno esposto alle aggressioni esterne rispetto al viso, anche il corpo risente infatti del passare del tempo. I cambiamenti ormonali, la mancanza di esercizio e le ripetute esposizioni al sole causano la perdita di tonicità e spesso è proprio la compattezza il problema principale: possiamo fare tutti gli esercizi e mangiare il più correttamente possibile, ma se non c’è una pelle elastica e dei tessuti compatti in grado si “sostenere” il tutto, allora inevitabilmente saremo costretti a concedere la vittoria alla forza di gravità. Non c’è che tenga. Per questo, alcune case cosmetiche hanno messo a punto dei prodotti in grado proprio di intervenire su questo aspetto fondamentale. Sisley ad esempio, con Sisleÿa Concentré Anti-Age Fermeté Corps, ha messo a punto un trattamento anti-età globale per il corpo che agisce su rilassamento e perdita di compattezza dovuti all’invecchiamento cutaneo, per ritrovare un aspetto più giovane e tonico. Un campo, questo, esplorato anche da Shiseido: gli studi effettuati in collaborazione con il Dr. Michael Detmar, professore presso l’ETH di Zurigo, hanno infatti confermato che la mancanza di collagene e il conseguente indebolimento del derma, più frequenti nella pelle matura, causano la formazione della e per questo hanno messo a punto Advanced Body Creator Super Slimming Reducer. Assicura compattezza e tonicità là dove i cedimenti sono più insidiosi e visibili: braccia, pancia, fianchi, glutei, gambe e interno ginocchia, S.O.S. Zone Critiche Stick Rassodante Braccia Pancia Glutei Effetto Rimodellante di Collistar, che grazie al complesso di origine marina Actigym, stimola il rilascio di adiponectina, la proteina contenuta nel tessuto adiposo che migliora il metabolismo delle fibre muscolari, con effetti riducenti e tonificanti.

Se proprio nulla dovesse funzionare, potete sempre ricorrere al , nel vero senso della parola: il contouring, che da naso e guance si sposta su seno, décolleté e… pancia, per addominali (fintamente) scolpiti. InStyle consiglia infatti la tecnica spray Kona Tans di Katie Quinn, aerografa di professione: cosa occorre? Un autoabbronzante e uno spruzzino… Modelle come Adriana Lima, Alessandra Ambrosio e Doutzen Kores ci hanno creduto.

Reshape: ridefinire le forme senza chirurgia ultima modifica: 2016-05-20T12:04:32+00:00 da chepelle

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.