header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Ago 3, 2009 in Dermatologia, Melanoma, Prevenzione | 2 comments

Lampade… cancerogene come l’amianto!

amiantoNiente più dubbi da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità: i raggi UV emessi dalle abbronzanti aumenterebbero sensibilmente il rischio di cutaneo, specialmente quando l’esposizione a questi raggi ha inizio durante la giovane età.

La nuova conclusione arriva in seguito alla pubblicazione dei risultati di un’ampia revisione sistematica di 20 studi epidemiologici apparsi sulla rivista The Lancet Oncology, che hanno messo in mostra come il ricorso alle lampade abbronzanti al di sotto dei 30 anni incrementi il rischio di melanoma cutaneo del 75%, favorendo anche l’aumento dei casi di melanoma oculare, una forma rara di tumore dell’occhio che ha talvolta una prognosi grave.

Si alza dunque il livello di allerta nei confronti dei lettini e delle docce solari, precedentemente classificati dall’Agenzia Internazionale per la Ricerca sul Cancro (IARC) come “probabilmente cancerogeni” e che adesso hanno fatto il loro ingresso tra i “cancerogeni di gruppo 1”, ovvero pericolosi per i allo stesso modo dell’amianto, del fumo di e degli alcolici.

L’auspicio degli esperti è quello di raggiungere una regolamentazione efficace che limiti la proporzione massima di raggi UVB (i più pericolosi) a 1,5% (vale a dire, pari ad un’intensità analoga a quella degli ultravioletti già cancerogeni emessi dal sole). Nonché limitare l’utilizzo dei lettini solari e delle cabine abbronzanti ai soli individui maggiori di 18 anni, così come avviene in California, o nella più vicina Scozia.

Lampade… cancerogene come l’amianto! ultima modifica: 2009-08-03T09:36:11+00:00 da chepelle

2 Comments

  1. Non so come risponderti… io ho semplicemente riportato una notizia;
    cmq… sull’effetto del sole se ne parla veramente molto…
    anche sul mio blog mi sono quasi scocciato di ripetere le diverse regole per proteggersi!
    Per quanto riguarda le lampade, penso che la maggior parte dei centri estetici possiede ancora macchine “non attuali” e che la manutenzione e l’uso di queste non sia allo stato dell’arte!
    Quindi concludo dicendo che, come tutte le cose, anche le lampade se sapute usare non sono nocive, anzi… in dermatologia vengono addirittura usate per curare alcune patologie!!!

  2. Chissa’ perche’ questi pseudoscienziati che fanno i loro studi su macchine abbronzanti di 15 anni fa non le fanno sui macchinari attuali nettamente sicuri !!! E’ come se in campo automobilistico si dicesse che tutte le macchine inquinano molto conducendo le rilevazioni solo su auto euro 0 di 15 anni fa !!!
    Questo e’ terrorismo vero e proprio, disinformazione assoluta, che danneggera’ un settore come quello dell’estetica in modo molto profondo !!!
    La cosa buffa e’ che si danno le notizie in questo modo superficiale e dementoide paragonando addirittura l’effetto dell’abbronzatura artificiale all’eternit !!!
    Ricordo che il sole e’ molto piu’ pericoloso delle lampade dato che i suoi raggi contengono gli UVC (in assoluto i piu’ pericolosi !!) non presenti invece nelle lampade abbronzanti (il sole era gia’ presente nella lista dei cangerogeni di tipo 1)
    Quindi la domanda e’ una, se non si fanno le lampade abbronzanti per paura del melanoma come mai ci si espone per ore al sole ? Forse sarebbe ora che la gente si documentasse di piu’ anziche’ ascoltare certe panzane di certi pseudoscienziati stipendiati dalle lobby delle case cosmetiche produttrici di autoabbronzanti e prodotti abbronzanti DHA al fine di mettere fuori gioco chi da loro fastidio per la vendita dei loro prodotti !!!

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.