header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Dic 6, 2013 in Alimentazione, Dieta | 0 comments

La dieta del miele

Dieta del miele

Il può aiutare a solo se si evitano le vuote che gli alimenti artificiali e trattati forniscono. Così, oltre a eliminare gli snack zuccherati, come ad esempio torte e biscotti, è necessario tagliare fuori patatine, bibite gassate, cibi fritti, cibi elaborati, take away e pasticcini.
È il risultato di una ricerca del nutrizionista Mike McInnes, che ha scoperto che la combinazione unica di miele e zuccheri naturali è perfetta per la perdita di peso. Si possono gustare deliziosi pasti come snack e dolcetti di solito vietati dalle diete, tra cui dolci, pane, muffin e persino biscotti: l’importante è che siano prodotti con il miele al posto dello . Inoltre, i meccanismi del cervello che suscitano la voglia di possono essere spenti del tutto.

Un cucchiaino di miele prima di dormire

Questo alimento può ridurre lo notturno: permette così di dormire meglio ed aiuta il corpo ad avanzare con il processo di eliminazione dei . Da sottolineare, inoltre, che la maggior parte dei nutrizionisti considera il miele come lo “zucchero da tavola”. È vero che è altrettanto ricco di e saccarosio, ma in realtà agisce come una sorta di impianto di trasformazione naturale, modificando la composizione degli zuccheri e colpendo il modo in cui il nostro organismo li metabolizza.
Il miele è la chiave per eliminare la voglia di zucchero che, in un numero sempre crescente di ricerche, viene accusato di essere il vero amico dell’. Allora, meglio iniziare la giornata con uno o due cucchiaini in una tazza di acqua calda, utilizzandolo al posto dello zucchero anche nel tè o nel caffè. E se avete bisogno di uno spuntino dolce, mettetelo sul pane tostato , su un cracker o in un vasetto di yogurt…

naturalmente non bisogna dimenticarsi della fondamentale attività fisica costante!

La del miele ultima modifica: 2013-12-06T15:32:15+00:00 da chepelle

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *