header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Giu 17, 2009 in Calvizie, Dermatologia | 2 comments

La calvizie che si cura con le staminali

staminaliAll’International Congress of Hair Research, svoltosi a Vancouver, sono state spiegate le moderne terapie chirurgiche per la . Il futuro sembra essere nella moltiplicazione dei follicoli attraverso le cellule staminali, a partire da un piccolo campione di tessuto cutaneo, in modo da ottenere un numero di sufficienti a ricoprire l’area calva.

Si è evidenziato da questi studi che il follicolo pilifero si rigenera periodicamente e durante questo ciclo, le staminali danno origine ad un clone di cellule (in grado di riprodursi solo se isolate e moltiplicate in vitro) che servono a ricreare non solo e capelli ma anche a risanare qualsiasi lesione cutanea.

Il è stato sperimentato su alcuni ratti da laboratorio, ed i risultati sono stati positivi e promettenti anche se sono necessari studi più approfonditi per renderlo perfetto. In ogni caso il metodo più sicuro e riuscito, resta il trapianto.

Una americana ha dimostrato, ahimè, per ora solo nei topi, che non è necessario procedere con il prelievo del campione, la coltivazione e l’inoculo delle staminali ma è sufficiente applicare su una piccola ferita cutanea nella zona calva, una molecola in grado di attivare il WNT che induce la produzione di follicoli ex novo dalle cellule staminali dell’epidermide presenti nella zona di pelle intorno alla ferita.

La calvizie che si cura con le staminali ultima modifica: 2009-06-17T08:30:34+00:00 da chepelle

2 Comments

  1. e in italia abbiamo votato no per le cellule staminali…ma che skifo di paese…

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.