header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Nov 19, 2007 in Dermatologia | 0 comments

Guerra ai solarium fuorilegge

solarium

L’Organizzazione mondiale della sanità ne sconsiglia l’uso: gli effetti delle lampade abbronzanti possono provocare eritemi nell’arco di un breve periodo e tumori della pelle con il tempo. La cautela dovrebbe ispirare chi ritiene di non poterne fare a meno e, prim’ancora, chi le maneggia e chi le fabbrica.
Il procuratore aggiunto torinese Raffaele Guariniello, dopo una prima inchiesta sui centri estetici che offrono abbronzature artificiali, «scottato» dalle carenze professionali riscontratevi, è risalito a monte e ha incaricato i Nas di Roma di raccogliere le istruzioni d’uso di tutte le lampade abbronzanti commercializzate in Italia.

Stando ai controlli dei carabinieri, che hanno “censito” un centinaio di lampade abbronzanti distribuite da una ventina di aziende, si approda a conclusioni disastrose per come la maggior parte delle aziende si preoccupa di informare i clienti. Prova ne è che, per 46 tipi di lampade, nei rispettivi manuali d’uso non si indicano i valori di irraggiamento Uva e Uvb e/o i loro limiti di esposizione: chi utilizzi quei prodotti non può valutarne le soglie di rischio per la salute. Non è finita: per altri 44 apparecchi i dati riportati nei manuali, se rispettati, portano a superare le dosi massime di assorbimento previste dalla normativa italiana. Che, per la Commissione europea, è comunque insufficiente a garantire la protezione della pelle dai raggi ultravioletti e infrarossi.
Tutto questo ha portato all’iscrizione nel registro degli indagati dei produttori per violazione del Codice del consumatore che punisce chi immette sul mercato prodotti pericolosi.

Guerra ai solarium fuorilegge ultima modifica: 2007-11-19T16:57:04+00:00 da chepelle

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.