header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Ott 28, 2013 in Alimentazione, Dieta | 0 comments

Dieta: astensione o moderazione?

dieta-bilanciaVogliamo liberarci dall’ossessione delle patate fritte? Non è poi così difficile come si pensa. Soprattutto se partiamo dall’idea di puntare sull’ come modello da seguire. Meglio niente che poco perché, secondo alcuni esperti, se ci vogliamo liberare da qualche molto insistente è molto meglio rinunciare che usare la . Per smettere di fumare si deve troncare di netto e non pensare di farlo gradualmente, altrimenti si corre il rischio di non riuscire nell’intento. E così vale anche per il . Se parliamo con amici, parenti o conoscenti vediamo che è più semplice rinunciare a qualcosa se lo si fa del tutto e non in parte. Bisogna essere decisi e rigidi, indulgere ogni tanto in tentazione fa male. E poi, anche psicologicamente, l’astenersi dal mangiare qualcosa di molto buono che però non fa bene ci rende più forti e capaci di andare diritti verso il nostro obiettivo.

Coloro che invece si concedono ogni tanto alcuni “strappi al regime dietetico” sono quelli che più difficilmente arriveranno alla meta perché uno strappo oggi ed uno domani, alla fine si è meno forti. I concetti di “astensione” e “moderazione” sono molto importanti nel riuscire ad eliminare dal nostro regime alimentare quei cibi che ci piacciono tanto ma che non ci aiutano a stare bene e in forma. Bisognerebbe dirsi spesso: “Meglio niente che poco“, perché al niente è più facile abituarsi che al poco. Prendiamo le famigerate fritte, ricchissime di . Il classico cibo che “più ne mangi, più viene voglia”. E’ difficile dire: “Ne prendo due e basta”, perché catturano a ogni morso. E allora priviamocene del tutto e avremo fatto la cosa migliore. “Posso resistere a tutto tranne che alle tentazioni” affermava Oscar Wilde e la moderazione in tal senso alimenta la tentazione.

Ci hanno insegnato che possiamo e dobbiamo mangiare tutto con le giuste dosi, ma non sempre questa filosofia è facile da rispettare. Anche se è indiscutibile prediligere il poco al troppo. E’ più facile a dirsi che a farsi, siamo d’accordo, ma almeno dobbiamo provarci se abbiamo l’intenzione di mangiare sano e bene. Insomma, quando andiamo a fuori con amici e loro ordinano un bel piatto di patatine fritte, noi lasciamo stare se abbiamo chiara l’idea di toglierle da nostro regime alimentare. Poi se ci scappa di assaggiarne una… pazienza, ma se vogliamo essere fermi nei nostri proposti dobbiamo avere sempre in mente una parola d’ordine: asteniamoci.

: astensione o moderazione? ultima modifica: 2013-10-28T17:28:42+00:00 da chepelle

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.