header
Pages Menu
TwitterRssFacebook

Posted by on Ott 30, 2013 in Cellulite, Dermatologia | 0 comments

Cellulite? Occhio alla cottura dei cibi

cellulite-1

La dipende in larghissima misura da come ci alimentiamo, e questo è un dato conosciuto, ma forse in pochi sanno che può essere figlia del metodo di dei . È emerso dall’ultimo congresso nazionale della Società italiana di medicina estetica, tenutosi a Roma, nel corso del quale gli esperti hanno dichiarato che non esistono “buoni” o “cattivi”, perché tutto dipende da come vengono cotti.

Il metodo di cottura, infatti, provoca la formazione di sostanze nocive, denominate (Advanced glycation end product) che danneggiano i tessuti connettivi. “Si tratta di composti molecolari aggressivi – ha spiegato , docente di Scienza dell’Alimentazione e Medicina Preventiva all’Università di Bologna – che agiscono sui recettori delle membrane cellulari dei , le cellule della pelle, sul e sugli adipociti alterando il tessuto connettivo, il sistema venoso, arterioso e linfatico, con la produzione della odiosa cellulite“.

In che cosa dobbiamo quindi limitarci? Pasta, crosta del pane bianco, latte a lunga conservazione, arrosto, cotti al forno, bevande dietetiche e dolcificanti, optando per cibi vegetali, latte fresco pastorizzato e cibi cotti al vapore o a fuoco lento. Assumendo un milione di unità Age al giorno, in pratica l’equivalente di una fetta di torta o 150 grammi di frittura o 200 grammi di alla brace, aumentiamo del 13% il rischio di avere la cellulite.

Le conseguenze non si vedono da giovani, cominciano a farsi sentire dopo i 35 anni. “Non è possibile azzerare l’introito di Ages – sostiene il dottor Rossi – ma è possibile ridurlo seguendo una dieta a basso contenuto di zuccheri, privilegiando cibi crudi o cotti al vapore, riducendo il consumo di bevande zuccherate e cibi industriali“. Bisogna quindi evitare il più possibile, se non addirittura eliminare, tutti quegli che non si addicono ad un sano regime alimentare, come cibi confezionati, fritture e, purtroppo, carne alla brace. Indirizziamoci su frutta, verdura, legumi e cereali, per mettere un freno alla cellulite e ai pericoli derivanti da una cattiva alimentazione.

Cellulite? Occhio alla cottura dei cibi ultima modifica: 2013-10-30T18:59:10+00:00 da chepelle

Post a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.